Cambiamenti climatici, quali sono le conseguenze


Cambiamenti




Il cambiamento climatico è un argomento sempre più all’ordine del giorno proprio perché causato in prevalenza dall’attività dell’uomo e che ha conseguenze dannose su vari aspetti della vita quotidiana umana e del Pianeta in genere.

Infatti, una prima conseguenza è proprio il riscaldamento globale: si stima che, senza interventi, ci potrebbe essere un ulteriore aumento di 1,5° tra il 2020 e il 2050.

Ancora, lo scioglimento dei ghiacciai marini che è il 12,85% in meno rispetto a 10 anni fa oppure le maree costiere che hanno registrato un aumento di 3,3 mm e il 2020 è stato il secondo anno più caldo di sempre.

Le conseguenze del cambiamento climatico causato dall’attività dell’uomo evidenti sono:




  • aumento delle temperature massime e minime (c’è un caldo sempre più torrido e un freddo sempre più glaciale)
  • aumento del livello del mare (per via dello scioglimento dei ghiacciai)
  • aumento della temperatura del mare (le acque sono sempre più calde per via del riscaldamento globale)
  • aumento di eventi atmosferici avversi come pioggia e grandine, alluvioni e inondazioni
  • aumento della percentuale di cicloni tropicali violenti (che portano ad un cambiamento netto degli ecosistemi)
  • aumento dell’aridità e della siccità ma anche di incendi
  • scioglimento, diminuzione e ritiro dei ghiacciai
  • scioglimento del permafrost
  • deterioramento della qualità dell’acqua e progressiva carenza di risorse idriche

Le conseguenze indirette che portano anche un impatto sulla vita dell’uomo sono:

  • l’aumento delle carestie alimentari e idriche (soprattutto nei Paesi in via di sviluppo)
  • le inondazioni e gli incendi boschivi sono una minaccia per i mezzi di sussistenza
  • l’aumento della temperatura porta a rischi per la salute soprattutto per le persone più fragili
  • una maggiore diffusione di parassiti e agenti patogeni (quindi ulteriore pericolo per la salute)
  • perdita della biodiversità dovuta ad una minore capacità di adattamento ai cambiamenti di flora e fauna

l’aumento delle emissioni di CO2 porta anche ad un’acidificazione degli oceani dovuta alle maggiori concentrazioni di HCO3 nell’acqua


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.