Desertificazione, che cos’è 


Desertificazione




La desertificazione è un deterioramento progressivo dei suoli e dei terreni, che provoca l’impossibilità di utilizzarli e coltivarli, trasformandoli in deserti. Uno dei danni maggiori causati dal cambiamento climatico.

La Convenzione per la lotta alla desertificazione

Nel 1994 è stata firmata la Convenzione per la lotta alla desertificazione, ratificata da 200 paesi, ed è stata data una definizione di questo fenomeno: “il degrado del territorio nelle aree aride, semi aride e sub-umide secche, conseguente all’azione di vari fattori, incluse le variazioni climatiche e le attività umane”.

Fra le cause di questo fenomeno ci sono le attività umane che portano il suolo a perdere la produttività, ad esempio incide lo sfruttamento intensivo del suolo da parte della popolazione.

Oppure l’agricoltura, come le monocolture, ad esempio quelle della soia; con questo tipo di coltivazione intensiva si cerca infatti di sfruttare quanto più possibile i suoli per aumentarne la produttività senza tener conto della stagionalità, e per fare questo si utilizzano prodotti chimici che vengono assorbiti dalla terra e la danneggiano.




Un altro fattore che incide sulla desertificazione sono i pascoli, proprio perché si desertifica creando dei campi agricoli, oppure l’urbanizzazione.

Ancora, i cambiamenti climatici come il riscaldamento globale, lunghi periodi di siccità e l’erosione del terreno dovuta ad eventi meteorologici estremi.

Oggi almeno il 40% delle terre emerse del mondo è minacciato dalla desertificazione, e ogni anno questo problema colpisce sempre più l’Unione Europea (si stima che entro il 2050 coinvolgerà il 90% della superficie terrestre).

Le conseguenze di questo fenomeno sono assai gravi: ad esempio c’è la migrazione forzata delle popolazioni che devono abbandonare quelle terre che così perdono la loro fertilità e non possono essere più utilizzate per il sostentamento delle persone.

Collegato a ciò ci sono: crescita dei centri urbani, aumento della disoccupazione e della povertà, crollo della produzione agricola, minore disponibilità di acqua dolce dovuta all’erosione del suolo, che rende più difficoltoso il riempimento di falde e sorgenti


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.