Pneumatici, esistono modelli che inquinano meno?       


Pneumatici




È un dato di fatto che le automobili inquinino per via delle emissioni dei gas di scarico ma, stando ad una ricerca condotta da Emissions Analytics, ad inquinare sono anche gli pneumatici delle auto. Inoltre ricordiamo che le gomme auto sono rifiuti speciali e che non possono essere smaltite con la normale differenziata casalinga.

Il problema riguarda soprattutto i SUV ma anche le auto elettriche che per il loro peso elevato mettono sotto stress gli pneumatici.

In particolare, un veicolo con pneumatici nuovissimi e correttamente gonfiati, ha emesso 5,8 grammi di particolato per km e il dato peggiora nel caso in cui si utilizzino pneumatici non sufficientemente gonfiati o di scarsa qualità oppure se si percorrono strade dissestate.

Il particolato è una sostanza altamente inquinante composta da sostanze inorganiche e organiche con particelle estremamente piccole; non solo è in inquinante ma è anche dannoso per la salute.




Esistono pneumatici che inquinano meno,

Esistono pneumatici che inquinano meno, ovvero quelli di categoria A (garantiscono meno di 120 g/km di CO2 introdotta in atmosfera).

Quelli di categoria G sono i peggiori con oltre 225 g di CO2 introdotta per km di strada percorso. Ovviamente spendere qualcosa in più per avere degli pneumatici più efficienti e di categoria più alta è una scelta sana e rispettosa.

Per ridurre l’inquinamento, è bene valutare anche le condizioni dei propri pneumatici: è risaputo che le condizioni degli pneumatici influenzino in modo importante i consumi, e quindi il livello di inquinamento.

Un’auto che viaggia con delle gomme sgonfie, per esempio, consuma più carburante, e inquina dunque di più; allo stesso modo, delle gomme usurate, comportano un maggior surriscaldamento, e quindi un maggiore consumo.

Per ridurre l’inquinamento causato dagli pneumatici, dunque:

  • accertarsi di avere sempre pneumatici in ottime condizioni
  • controllare regolarmente la pressione delle gomme
  • andare dal gommista periodicamente per controllare l’usura delle gomme ed eventualmente per invertirle. Se usurate, sostituire le gomme
  • quando si sostituiscono le gomme, riciclarle, dato che queste possono essere utilizzate per produrre energia per centrali termoelettriche, per cartiere o altre industrie.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.