Vecchia cucina a gas, dove va gettata?


Vecchia




Una cucina a gas è un grande elettrodomestico e, come tale, deve essere trattato quando si deve gettare. Si tratta dei RAEE ovvero Rifiuti da apparecchi elettrici ed elettronici in cui rientrano, oltre alle cucine a gas, anche lavatrici, lavastoviglie, asciugatrici, frigoriferi e così via. Quindi deve essere gettato o portato in discarica dove gli addetti ci indicheranno da che parte gettarlo e quindi evitare errori nella differenziata.

Nello specifico, si classificano con diverse denominazioni:

  • R1, riferito a rifiuti da apparecchiature elettriche quali frigoriferi e climatizzatori
  • R2, lavatrici, asciugatrici e lavastoviglie
  • R3, sono i rifiuti elettronici come TV e monitor
  • R4, rappresentano i rifiuti da apparecchiature elettroniche più diffusi, vale a dire piccoli elettrodomestici, impianti audio e elettronica di consumo (smartphone, lettori multimediali, tablet)
  • R5, lampadine di ogni tipo e altre sorgenti luminose.

Per smaltire una cucina a gas, dunque, basterà portarla presso un’isola ecologica autorizzata e non lasciarla abbandonata in strada o conferirla con la normale raccolta differenziata.

Per i RAEE ingombranti, comunque, si può richiedere il ritiro a domicilio offerto gratuitamente in molte città italiane.

Se infine lo smaltimento del RAEE è legato all’acquisto di un nuovo elettrodomestico, si può portare quello vecchio direttamente al negoziante che provvederà a smaltirlo in modo del tutto gratuito.




Questi rifiuti vengono avviati al riciclo di cui la prima fase è la decontaminazione: cavi e altre componenti elettrici vengono rimossi; resistenze, plastica e componenti in ferro e altri metalli vengono separati e recuperati.

Questi materiali vengono quindi destinati a ulteriore lavorazione e recupero; poi c’è la frantumazione e la separazione.

È importante il riciclo dei RAEE

È importante il riciclo dei RAEE perché da questi si riescono ad ottenere tanti materiali di recupero come: cavi, cemento, condensatori, plastica, materiali ferrosi e non ferrosi.

Per quanto riguarda invece i piccoli RAEE, elettrodomestici con dimensioni esterne massime di 25 cm, c’è anche un altro modo per liberarsene, utilizzando la formula dell’Uno contro zero, ovvero si possono consegnare gratuitamente presso i punti vendita con superficie superiore ai 400 mq (senza obbligo di acquistare un altro elettrodomestico uguale).


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.