Dieta sostenibile, che cosa significa 


Dieta




Il tema della sostenibilità è caro a tutti: ma si può anche mangiare in modo sostenibile e allo stesso tempo sano, ovvero in modo che ci faccia bene e che non si arrechino danni all’ambiente?

Sì, è possibile ma bisogna rivedere le abitudini alimentari dei singoli e della comunità intera, migliorare i metodi di produzione e ridurre gli sprechi alimentari.

Una dieta basata sugli alimenti di origine vegetale

Una dieta basata sugli alimenti di origine vegetale e povera di quelli di origine animale, è effettivamente una dieta sostenibile.

Infatti, con il termine dieta sostenibile si vuole evidenziare il ruolo fondamentale che svolge l’alimentazione come collegamento tra la salute di chi si nutre in un modo più consapevole (ad esempio attento alla stagionalità dei prodotti e alla produzione locale piuttosto che industriale) e la sostenibilità ambientale.




Una dieta sostenibile è quindi un modello alimentare a basso impatto ambientale: tenendo conto di tutto il ciclo di vita del prodotto, dalla coltivazione, alla raccolta, alla trasformazione, all’imballaggio, fino allo smaltimento finale del prodotto.

Nel dettaglio, si parla di analisi del ciclo di vita (LCA) e per valutarlo esistono numerosi indicatori come l’impronta del carbonio, l’impronta ecologica e l’impronta idrica.

A questo punto, una dieta sostenibile cosa vuol dire nel concreto?

Un esempio di piatto sano e sostenibile può essere utile per rispondere a questa domanda.

Circa metà del piatto dovrebbe essere composta da verdura e frutta e a seguire la principale fonte di carboidrati è rappresentata dai cerali integrali.

C’è una piccola parte dedicata ai vegetali amidacei, come le patate.

Per quanto riguarda gli alimenti proteici, la preferenza dovrebbe essere data soprattutto a vegetali, legumi e frutta a guscio, a seguire i formaggi magri, pesce, uova, carni bianche e carne rossa.

Tra i grassi da prediligere ci sono quelli buoni, ossia gli alimenti fonti di grassi insaturi come olio extravergine d’oliva e altri oli vegetali.

Una piccolissima parte del piatto è coperta dagli zuccheri che invece devono essere limitati al massimo.
[smiling_video id=”391435″]


[/smiling_video]


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.