Educare alla riduzione dei rifiuti


Educare




“Educare alla riduzione dei rifiuti”, questo uno dei claim della “Settimana europea per la riduzione dei rifiuti” che mira a dare il buon esempio attraverso numerose iniziative promosse e diffuse su tutto il territorio comunitario. Il movimento di coscienze ha portato l’Italia nel 2018 a registrare 5.080 azioni, riconfermandosi così tra le nazioni più sensibili al tema della sostenibilità in Europa.

Ma cosa può fare ciascuno di noi nel quotidiano

“Ma cosa può fare ciascuno di noi nel quotidiano, per ridurre se non evitare la produzione di rifiuti?”. Senza arrivare a scelte estreme, sicuramente attraverso piccoli accorgimenti e cambiamenti nel nostro stile di vita e di consumo tutti noi possiamo fare la nostra parte. Lo scopo ultimo è quello di rendere ogni settimana la settimana per la riduzione dei rifiuti, partendo da come ci muoviamo a cosa mangiamo, senza dimenticare l’igiene ed il consumo di acqua in generale. A tal proposito, abbiamo pensato ad alcuni spunti efficaci e semplici, per farci essere più green e rispettosi dell’ambiente.

  • quando si fa la spesa, prediligere packaging in materiale riciclabile come la carta o il vetro
  • avvicinarsi al mondo dello sfuso: sono sempre più numerosi i negozi che offrono prodotti alimentari, detersivi o prodotti per l’igiene sfusi: basta poco per organizzarsi, portando con sé contenitori vuoti e riempirli all’occorrenza e rispondere così all’esigenza di inquinare meno e ridurre i rifiuti
  • in cucina, gli scarti della verdura spesso possono essere riutilizzati per preparare deliziosi brodi vegetali o base per nuove ricette
  • anche per il consumo di acqua a casa si possono evitare le pesanti e molto inquinanti bottiglie di plastica, l’Italia purtroppo è il Paese in Europa con il più alto consumo di acqua in bottiglia. Ricorrendo all’acqua del rubinetto e ai gasatori domestici, versatili e sicuramente più sostenibili, possiamo risparmiare fino a 2000 bottiglie di plastica all’anno a famiglia. Ci sono gasatori molto eleganti che utilizzano anche caraffe in vetro che una volta riempite e “gasate” possono essere portate direttamente in tavola
  • quando ci si muove fuori casa, al posto di usare le bottigliette di acqua in plastica – ogni minuto nel mondo viene acquistato l’impressionante numero di 1 milione di bottigliette di plastica- è meglio ricorrere alle borracce (abitudine fortunatamente sempre più diffusa, grazie anche all’impegno di molte amministrazioni cittadine che hanno distribuito le borracce a scuola e negli uffici pubblici). Esistono in commercio borracce di ogni tipo, sportive o di design, come la MyOnlyBottle di SodaStream, che rispondono alle esigenze e ai gusti di ciascuno
  • scatole e confezioni di vario tipo possono avere una seconda vita, con un po’ di creatività infatti è possibile trasformare una scatola di biscotti in un simpatico porta oggetti da tavolo piuttosto che i classici cartoni da imballaggio diventare sedie e tavolini decorabili per bambini, una vecchia bottiglia di vetro si può trasformare in una lampada di design e gli esempi potrebbero continuare a lungo.




Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.