Cotton fioc vietati dal 2019, lotta alla plastica sotto ogni aspetto


Cotton fioc vietati dal 2019, lotta alla plastica sotto ogni aspetto




Quando si parla di inquinamento spesso non ci si rende conto che sono le piccole cose di tutti i giorni che fanno la differenza, dei piccoli gesti che si compiono e che moltiplicati per milioni di essere umani provocano ingenti danni.
Delle azioni che spesso non vengono fatte apposta ma solamente senza consapevolezza che quella determinata azione possa causare problemi all’ambiente alla natura. Uno su tutti è ad esempio il cotton fioc, un piccolissimo oggetto che ad oggi è il terzo rifiuto più presente nel mare.

Cotton Fioc i piccoli bastoncini che finiscono in mare

Se prendiamo ad esempio i mari italiani è bene sapere che il terzo rifiuto presente in mare è il cotton fioc, il piccolo bastoncino di plastica che ogni estate trovate sulle spiagge libere di tutta Italia. Inoltre, come da tempo avvertono i medici, il cotton fioc non è che faccia poi così tanto bene alle nostre orecchie, anzi spesso causano più danni che altro.
Per ovviare al primo principale problema si è deciso che dal prossimo gennaio 2019 i cotton fioc saranno vietati e non si potranno più acquistare.

O meglio, saranno vietati quelli in plastica, che spesso finendo negli scarichi o non differenziandoli bene
sono causa di molti danni, saranno permessi solamente cotton fioc biodegradabili, che anche se
fossero dispersi in natura dopo un breve periodo di tempo si scioglieranno e quindi non inquineranno
più i nostri mari.
Ricordiamo che anche questo fa parte della politica di abbandonare definitivamente le plastiche
che proprio tra la fine dello scorso anno e l’inizio del 2018 con l’adozione delle buste biodegradabili nei
supermercati causò una mezza rivolta (solo sui social) del popolo italiano.

Per ricordare solo qualche numero, ogni anno circa 1,2 milioni di tonnellate di cotton fioc finiscono
nella spazzatura con una buona percentuale che invece di essere smaltita correttamente nella
differenziata finisce nel water e di conseguenza nei fiumi e nei mari. Le plastiche che finiscono nelle
acque spesso vengono mangiate dai pesci che puntualmente ritornano con il tempo sulle nostre tavole,
non basta questo per capire quanto è importante la lotta alla plastica?






Загрузка...

1 Trackback / Pingback

  1. Ladispoli, soddisfazione di Fare Verde per "‘Il mare d’inverno"

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.