Classe energetica, perché è importante leggerla


Classe energetica




Ormai da un anno sono entrate in vigore le nuove etichette con le classi energetiche degli elettrodomestici, riconosciute a livello europeo. Sempre meglio pdare un’occhiata per conoscere i consumi ed evitare bollette salate.

Le vecchie etichette

Le vecchie etichette avevano diciture come A+, A++ e A+++ e non era molto facile comprendere la differenza fra un elettrodomestico e l’altro in termini di risparmio, corrente e sostenibilità.

Il nuovo sistema di valutazione è basato su una scala che va dalla lettera A alla lettera G assieme ad un sistema di colori che va dal verde scuro per gli apparecchi di massima efficienza (A) fino al rosso per quelli che consumano maggiormente (G).

È importante leggere l’etichetta della classe energetica perché permette di distinguere in maniera immediata i prodotti ad alta efficienza energetica rispetto a quelli poco efficienti e di conseguenza l’elettrodomestico che farà risparmiare piuttosto che quello che farà spendere di più in bolletta.




Oltre a questo, per chi è più attento all’ambiente (non solo i produttori che cercano di mettere sul mercato prodotti sempre più “green” ma anche i consumatori), scegliere un prodotto che consumi meno, vuol dire oltre che risparmiare, anche impattare meno sull’ambiente con conseguente riduzione di CO2.

La nuova etichetta UE degli elettrodomestici è obbligatoria per:

  • lavatrici
  • lavasciuga
  • frigoriferi
  • congelatori
  • lavastoviglie
  • televisori

La nuova etichetta presenta diverse informazioni importanti da valutare al momento dell’acquisto:

  • marchio del produttore
  • identificativo del modello di elettrodomestico
  • codice QR del prodotto per l’etichetta digitale (per avere altre informazioni effettuando una scansione con lo smartphone)
  • scala delle classi di efficienza energetica da A a G
  • consumo di energia elettrica in kWh (calcolato su base annua, per 1000 ore o 100 cicli in base all’elettrodomestico)
  • informazioni sui programmi ecologici
  • dati sui consumi idrici
  • livello di rumorosità degli elettrodomestici

Grazie a tutte queste informazioni, dunque, il consumatore potrà fare una scelta d’acquisto più consapevole non solo per il proprio portafoglio ma anche per impattare meno sull’ambiente.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.