Sfalci e potature, si possono bruciare?


Sfalci




Può capitare di raccogliere sfalci, potature, rami secchi, erba, paglia e così via su di un terreno e poi per liberarsene, bruciare tutto. Questo però potrebbe costituire un reato: infatti, anche lo smaltimento di rifiuti vegetali, deve seguire delle regole precise.

Si possono bruciare sfalci e potature?

La questione è stata di recente trattata dalla Cassazione con due sentenze: l’attività di combustione dei rifiuti organici come quelli vegetali deve essere soggetta ad autorizzazione, sia se avviene sul proprio terreno che sul suolo pubblico.

Eccezionalmente è lecito appiccare il fuoco sulla sterpaglia e la potatura solo per quantitativi limitati ed in particolare “sono lecite le attività di raggruppamento e di abbruciamento in piccoli cumuli e in quantità giornaliere non superiori a tre metri steri per ettaro dei materiali vegetali (…) effettuate nel luogo di produzione”.

In quanto, continua la Cassazione, costituenti “normali pratiche agricole consentite per il reimpiego dei materiali come sostanze concimanti o ammendanti, e non attività di gestione dei rifiuti”.




In un precedente del Tribunale di Cassino è stato spiegato che lincenerimento di sfalci e potature non integra il reato di smaltimento non autorizzato di rifiuti speciali non pericolosi: si tratta, infatti, di residui vegetali non classificabili come rifiuti, utilizzati in agricoltura con processi e metodi che sono normali pratiche agronomiche, che non danneggiano l’ambiente e non mettono in pericolo la salute umana.

Lo stesso discorso vale per il fieno, che non è altro che erba essiccata raccolta e immagazzinata per alimentare alcuni animali (non si può quindi condannare penalmente chi incendia uno o più rotoballi di fieno).

Comunque:

  • quando si brucia sterpaglia, nei limiti fissati dalla legge e sul proprio terreno, bisogna sempre stare attenti a fare in modo che il fumo non vada a finire nella proprietà del vicino per non arrecare disturbo
  • quando si bruciano la sterpaglia e i rami secchi bisogna prendere le dovute precauzioni affinché le fiamme non divampino intorno.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.