COP26 a Glasgow, di cosa si è parlato


COP26




La COP26 è la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici: l’ONU riunisce periodicamente i paesi per un vertice globale sul clima, appunto la COP (Conferenza delle Parti).

Quest’anno la conferenza si è tenuta a Glasgow, nel Regno Unito, dal 31 ottobre al 12 novembre. Oltre ai 190 leader mondiali, in Scozia ci sono anche negoziatori, rappresentanti di governo, imprese e cittadini.

La conferenza ha carattere straordinario

La conferenza ha carattere straordinario ed urgente dato che i cambiamenti climatici sono un argomento principale e prioritario.

La COP26 è una prosecuzione della COP21 di Parigi: durante la conferenza, tutti i Paesi accettarono di collaborare per limitare l’aumento della temperatura globale al di sotto dei 2°C, puntando a limitarlo a 1,5°C.




In quell’occasione i Paesi erano concordi nell’adattarsi agli impatti dei cambiamenti climatici e a mobilitare i fondi necessari per raggiungere questi obiettivi.

Nel quadro di quello che è stato definito “Accordo di Parigi”, ciascun Paese si è impegnato a creare un piano nazionale indicante la misura della riduzione delle proprie emissioni.

E da qui, i Paesi stabilirono che ogni cinque anni avrebbero presentato un piano aggiornato su ciò che era stato raggiunto e quanto ancora si può fare (ed è proprio a Glasgow che i Paesi aggiorneranno i propri piani).

Gli argomenti in programma sono stati:

  • azzerare le emissioni nette a livello globale entro il 2050 e puntare a limitare l’aumento delle temperature a 1,5°C, il tutto valutando delle misure come la fuoriuscita dal carbone e la riduzione della deforestazione, ad esempio, al fine di realizzare un sistema a “zero emissioni nette” rispetto ai livelli del 1990
  • adattarsi per la salvaguardia delle comunità e degli habitat naturali, insediamenti umani e ambienti circostanti, che continueranno a subire gli effetti del cambiamento climatico e che quindi vanno protetti
  • mobilitare i finanziamenti e le risorse economiche per raggiungere questi obiettivi
  • collaborare a livello globale per realizzare quanto detto.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.