La gestione dei rifiuti solidi urbani: norme e procedure





Come avviene la raccolta di RSU? Qual è il sistema vigente che regolarizza il flusso di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Lecce come a Milano o a Roma? Quando si parla di rifiuti solidi urbani, la prima importante differenziazione va fatta tra il processo di smaltimento tramite raccolta differenziata e quello tramite raccolta indifferenziata.

La raccolta differenziata dei RSU

Il riciclaggio dei rifiuti solidi urbani si avvia con la suddivisione tra frazioni organiche e frazioni secche (plastica, carta, vetro, legno, ecc.).

Le frazioni organiche

Le frazioni organiche, infatti, vengono convogliati verso un impianto di compostaggio; qui, affrontano il processo di separazione tra i composti ancora recuperabili da quelli non più riutilizzabili: i primi vengono trasformati in compost di qualità, che trova ampio utilizzo soprattutto a scopo agricolo mentre i secondi diventano a tutti gli effetti materiale di scarto, non riciclabile e, dunque, da smaltire secondo le procedure più tradizionali, ovvero presso una discarica o inceneritore.

Le frazioni secche

Le frazioni secche vengono invece spedite presso impianti di selezione del secco, dove avviene la divisione tra risorse secche pulite – ovvero riciclabili – e il materiale di scarto. I rifiuti riciclabili affrontano un ulteriore processo di trasformazione presso strutture apposite quali centri ecoproduttivi o isole ecologiche, da dove si ottengono nuove materie prime utili alle industrie e alle attività di trasformazione delle risorse; i materiali di scarto finiscono invece nella produzione di Combustibili Solido Secondario (CSS, ex CDR). Giunto in questa fase, il materiale di scarto smette di essere considerato un rifiuto per trasformarsi definitivamente in una risorsa produttiva.




La raccolta indifferenziata dei RSU

I Rifiuti Solidi Urbani che non vanno incontro al processo di riciclaggio vengono indirizzati presso reattori per biostabilizzazione primaria che consiste nella scomposizione dei Rifiuti Urbani Residui (RUR) in Frazione Organica Stabilizzata (FOS). La seconda fase è quella di separazione e vagliatura degli scarti, durante la quale questi ultimi vengono separati dal resto del composto organico a seconda che si tratta di: rifiuti ferrosi e vetro, frazione secca (che viene indirizzata verso i macchinari per il sopravaglio) e frazione umida (che riceve il trattamento di sottovaglio). I primi vengono così destinati a isole di scambio o consorzi di riciclaggio; i secondi vengono trasformati in CSS combustibili; i terzi sono destinati ad altre tipologie di recuperi come, ad esempio, coperture e colmature.



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.