Dischetti di plastica, finalmente svelato il mistero: ecco da dove arrivano


Dischetti di plastica, finalmente svelato il mistero: ecco da dove arrivano




Finalmente dopo post su Facebook, ipotesi e “ipotesi strambe” si è fatta luce sui dischetti presenti sulle nostre spiagge di queste ultime settimane. Avevamo parlato della problematica dei dischetti di plastica proprio questa settimana grazie al tam tam mediatico e soprattutto della rete e dopo aver filmato sulla spiaggia di Fregene con Web Live TV la quantità incredibile dei dischetti di plastica presenti sulla battigia.

Dischetti di plastica, finalmente si è fatta luce

Dopo tanto parlare ma soprattutto dopo le indagini delle forze dell’ordine che sono partiti dal golfo di Napoli per capire l’arrivo dei dischetti finalmente si è fatta luce sul mistero. In tanti avevano pensato che queste plastiche arrivassero dalle navi che buttavano in mare le cialde del caffè ma ovviamente chi le ha viste da vicino ha subito capito che in realtà le misure non combaciavano, anche se la forma è molto simile, perché più grandi di mezzo centimetro. A far luce un comunicato stampa della Guardia Costiera  risolvendo di fatto il mistero dei dischetti di plastica.

La prima ipotesi è stata quella degli addetti ai lavori che avevano capito che potessero trattarsi di filtri
utilizzati nei depuratori ed infatti provenivano effettivamente da li. Le indagini effettuate hanno portato
all’individuazione del sito che ha rilasciato in mare una enorme quantità di questi filtri di plastiche
che in brevissimo tempo hanno invaso le nostre coste coprendo un’ area enorme da Napoli fino ad
arrivare a Tarquinia Nord.

La cosa fondamentale da fare è il recupero prima che possa rifinire in mare e spostarsi
ulteriormente, già diversi privati cittadini si stanno impegnando alla raccolta oltre che Legambiente.
Un’attività importante che permetterà la bonifica totale delle spiagge anche in vista della stagione
balneare che inizierà proprio nei prossimi giorni in vista dell’arrivo della Pasqua. Anche su Facebook ci
sono diversi gruppi che stanno organizzando le raccolte di bonifica alle spiagge.






Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.