Roma, al via obbligo tracciabilità dei rifiuti provenienti dai cantieri edili





Garantire la corretta gestione dei rifiuti provenienti da tutti i cantieri edili di Roma Capitale, pubblici e privati. Con questo obiettivo la giunta capitolina ha approvato una delibera che introduce, per tutti i progetti, l’obbligo di produrre un piano di gestione per i materiali di scarto con annessa indicazione degli impianti autorizzati al conferimento. Una volta terminata l’attività il direttore del cantiere dovrà quindi attestare, sotto la sua piena responsabilità, l’avvenuto smaltimento dei rifiuti in conformità al piano di gestione.

“Si tratta di una misura che pone Roma Capitale all’avanguardia rispetto ai temi della tutela ambientale – sottolinea l’assessore alla Sostenibilità Ambientale, Paola Muraro – I rifiuti dei cantieri, sino a oggi, venivano infatti smaltiti abusivamente in circa il 60% dei casi. Noi mettiamo invece in moto una netta inversione di tendenza, assicurandone piena tracciabilità. Allo stesso tempo garantiamo un notevole impatto economico, in quanto recuperiamo risorse grazie alla lotta all’abusivismo e arginiamo la concorrenza sleale tra imprese. Nessuna attività metterà più in campo azioni truffaldine per liberarsi dei rifiuti, scaricandoli nei ribassi d’asta.
Legalità e trasparenza si confermano così coordinate di riferimento di questa amministrazione”.




Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.