Incendi Genova Coldiretti, siccità con – 85% pioggia alimenta roghi





Nel mese di gennaio è caduta l’85% di acqua in meno nella provincia di Genova che ha provocato un ambiente siccitoso che favorisce la rapida la propagazione degli incendi e rende piu’ difficile l’azione di spegnimento dei roghi. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Ucea relativi alla prima decade di gennaio che evidenzia una situazione difficile nella provincia capoluogo della Liguria dove nell’ultima decade di dicembre non aveva praticamente mai piovuto o nevicato (-95%). Le fiamme – sottolinea la Coldiretti – minacciano le produzioni locali ed in pericolo ci sono coltivazioni e serre con ortaggi ed il pregiato basilico ligure. Il clima anomalo che ha spezzato l’Italia in due, ha seccato la vegetazione rendendola piu’ vulnerabile al fuoco. Una prova evidente dei drammatici effetti dei cambiamenti climatici che si manifestano anche con anomalie a livello territoriale come in questi giorni in cui mentre al nord non piove nel centro sud – conclude la Coldiretti – sono caduti quantitativi record di neve e le temperature sono proibitive con pesanti danni alle coltivazioni e agli allevamenti e difficoltà di circolazione.





Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Informazioni su Alfredo Di Costanzo 444 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.