Aprilia, chiude in attivo l’anno solare della Progetto Ambiente


Aprilia, chiude in attivo l’anno solare della Progetto Ambiente




Si è tenuta questa mattina, presso la sede di Via delle Valli della società Progetto Ambiente, la tradizionale cerimonia di brindisi di fine anno con tutto il personale dipendente dell’azienda ad intero capitale pubblico del Comune di Aprilia.

In rappresentanza dell’Amministrazione Comunale vi hanno preso parte il Sindaco Antonio Terra, l’Assessore all’Ambiente ed Ecologia Alessandra Lombardi ed il Segretario Generale dell’ente Elena Palumbo.

L’incontro ha rappresentato anche l’occasione per ascoltare la relazione di fine anno dell’Amministratore Unico della società Valerio Valeri. Quest’ultimo ha sottolineato come l’azienda si appresti a chiudere l’esercizio finanziario in attivo, ma soprattutto ha tracciato un bilancio più che soddisfacente per quanto riguarda i risultati statistici della raccolta differenziata. L’ultimo rilievo statistico ha infatti sancito il superamento della quota differenziata (la cui percentuale registrata ha superato il 53%) rispetto all’indifferenziato. Il risultato proietta la società verso il 2017 con la prospettiva di aumentare ancora notevolmente le percentuali di differenziata grazie al consolidamento del servizio porta a porta, recentemente esteso su tutto il territorio comunale, fino a raggiungere l’obiettivo minimo dell’Unione Europea del 65%.

Il Sindaco di Aprilia Antonio Terra, nel salutare e rivolgere al personale di Progetto Ambiente gli auguri di Natale e i migliori auspici per l’anno venturo, ha espresso un giudizio molto positivo sullo stato di salute della Progetto Ambiente. “A dispetto di chi sostiene che le aziende pubbliche vadano rottamate – ha detto il Sindaco – per fare spazio a soci privati, noi abbiamo scommesso su una Società a totale capitale pubblico ed oggi, grazie soprattutto al lavoro di tutti i dipendenti, restituiamo alla Città di Aprilia una delle migliori e più sane aziende del Lazio per quanto riguarda la gestione dei rifiuti. La raccolta differenziata porta a porta ha permesso in questo triennio l’acquisto di nuovi automezzi per garantire un servizio ottimale, ma soprattutto ha consentito di ridurre le spese per il conferimento in discarica e trasferire questo denaro pubblico in stipendi per il nuovo personale utile per il porta a porta”.




 



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.