Compostaggio domestico, cosa fare se c’è cattivo odore


Compostaggio domestico, cosa fare se c'è cattivo odore




Iniziare con il  compostaggio domestico è molto importante per cercare di sfruttare tutti quelli che sono i vantaggi del riciclo organico.
Il compostaggio domestico permette di trasformare i rifiuti organici una vera e propria ricchezza in quanto,
questo tipo di attività permette la creazione del compost domestico uno dei concimi naturali più potenti.
Questa sostanza sarà utile per fertilizzare il proprio spazio verde, inoltre sarà un prezioso alleato per il proprio orto.
Prima però di scegliere se iniziare oppure no il compostaggio domestico all’interno del proprio spazio verde,
sarà opportuno valutare bene che tipo di compostiera domestica comprare per evitare che il composto puzzi.

L’impianto di compostaggio domestico di buona qualità

Solitamente è sconsigliabile iniziare a fare  il compostaggio domestico in un balcone di un appartamento,
a meno che non si tratta di piccolissime quantità di compost da realizzare. In linea generale, quello che bisogna sempre cercare di combattere con l’applicazione di una compostiera domestica è l’emanazione di cattivi odori.

Per quanto riguarda infatti, l’eventualità della comparsa di olezzo nauseabondo, bisogna sempre valutare bene che tipo di composter andare a comprare. Per fare in modo che i cattivi odori non compaiano è bene saper bilanciare i rifiuti, in maniera sapiente scegliendo bene una compostiera che riesca a raccogliere la frazione organica umida ma anche rifiuti organici di tipo secco e tutti i prodotti di scarto del giardino.

In più sarà opportuno anche valutare il rischio di creare del percolato a terra che potrebbe essere dannoso per il vostro giardino. Soltanto facendo molta attenzione a questi dettagli si eviterà di avere degli olezzi nauseabondi provenienti dalla compostiera domestica  rispettando le quantità di secco ed umido sicuramente si permetterà di evitare la fuoriuscita di liquidi maleodoranti. Per combattere la presenza di questi odori, si può anche scegliere di applicare i bioattivatori per velocizzare il processo di compostaggio pratica che consigliamo vivamente per dare uno “sprint” alla trasformazione”.






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.