Lungotevere, un posto dove fare sport al centro di Roma


Lungotevere, un posto dove fare sport al centro di Roma




Il Lungotevere ma più specificatamente il Fiume Tevere è strettamente legato a Roma e alla sua storia tanto che praticamente ne è l’anima. In antico fu un’importante nodo fluviale e via di comunicazione per i commerci della città.
Nel corso dei secoli il fiume è stato causa di disastrose piene e allagamenti soprattutto quella che nel 1870 inondò la città. Per eliminare e contenere le piene si decise di intervenire approvando la legge che dette inizio all’arginamento delle sponde del Tevere e alla costruzione dei muraglioni di contenimento delle acque che hanno completamente cambiato il paesaggio fluviale della vecchia Roma.

Per realizzare i muraglioni vennero demoliti gli edifici preesistenti sulla riva e con loro sparirono anche i porti di Ripetta e Ripa Grande, anche se lo sviluppo della ferrovia aveva già condannato quel traffico fluviale. Dallo scempio delle demolizioni, grazie ad una modifica del progetto, si salvò solo l’Isola Tiberina. La concretizzazione di questo grande progetto si protrasse dal 1876 al 1926, e vide anche la costruzione di diversi ponti che collegarono le due sponde.

Lungotevere, una risorsa da mettere in risalto

Nel 2005 anche se è stato completato l’itinerario ciclopedonale, lungo le rive del Tevere, in tutta l’area centrale della città, vi è una nota negativa: la banchina che corre lungo il fiume anche se è stata realizzata poco più in alto del livello medio del fiume in caso di piena la pista finisce sott’acqua e dopo il riflusso resta sepolta nel fango. Un itinerario dunque praticabile con sicurezza solo in primavera e in estate.

Con i suoi 35 km di tracciato permette di attraversare Roma da nord a sud, godendo appieno di scorci
incantevoli, si può pedalare lungo le banchine o qualche metro sopra il livello del fiume, in una
piacevole pedalata lontana dal traffico urbano in piena tranquillità ideale per le attività all’aperto a
Rom
a. Partendo da nord il percorso inizia nella zona di Labaro, prosegue sotto Ponte Milvio e
Lungotevere di Ripa fino a Porta Portese per concludersi nel quartiere di Tor di Valle.




La pista ciclabile è adatta a tutti e non presenta particolari difficoltà o dislivelli, in quanto l’intero
tracciato è completamente pianeggiante salvo qualche brevissima rampa di accesso o collegamento. Il
percorso si adatta anche alle esigenze dei più instancabili corridori, ai runners amanti dei paesaggi
urbani e a chi vuole percorrere pochi chilometri in bicicletta nel centro di Roma.

 



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.